Verde urbano: quali benefici sui cittadini?

By in
419
Verde urbano: quali benefici sui cittadini?

Si parla sempre più di smart city, sviluppo sostenibile, riduzione delle emissioni di CO2. Dopo anni di noncuranza, il tema ambientale è tornato al centro di numerosi dibattiti e studi di ricerca, da cui emerge una preoccupazione generale per la situazione del nostro pianeta. Ruolo rilevante lo ricopre la natura, con alberi e piante per secoli soggetti a selvaggi abbattimenti e a tristi fenomeni di disboscamento.

Oggi proprio gli alberi sono i protagonisti dei piani urbanisti di molte città, con una crescente sensibilità che fa ben sperare e che si sta diffondendo anche tra i Governi (vedasi ad esempio il Bonus Verde). Perché, e questo lo sapevano già i nostri antichi, il verde ci aiuta a vivere meglio.

I benefici del verde urbano

Secondo gli esperti, tantissimi sono i benefici che il verde urbano ha sul nostro organismo e sulla qualità di vita di tutti noi:

  • Rende l’aria più salubre;
  • Aumenta le zone d’ombra, sollievo soprattutto nei mesi estivi;
  • Migliora l’estetica delle città;
  • Favorisce la socializzazione, combattendo depressione e solitudine;
  • Abbassa i livello di stress e benessere;
  • Riduce il degrado e i fenomeni criminali, aumentando la sicurezza dei cittadini;
  • È un valido aiuto curativo per chi soffre di malattie degenerative.

C’è poi un altro beneficio tangibile per la nostra salute e comprovato da ricerche scientifiche. Il  fogliame degli alberi rilascia infatti sostanze volatili – i cosiddetti monoterpeni – che influiscono favorevolmente sul nostro sistema immunitario, regalandoci un organismo più forte.

Gli effetti postivi del verde urbano sul cervello umano sono stati dimostrati dai risultati della ricerca italiana condotta da Viola Follini. In collaborazione con Thimus, startup di Brescia, la ricercatrice ha usato  strumenti scientifici e una ricerca sperimentale sul campo per evidenziare come il verde urbano si rifletta positivamente sulla salute mentale. Lo studio ha coinvolto 14 soggetti, osservati e registrati per 40 minuti in due parchi di Milano, il parco Indro Montanello e Citylife.

Una piccola nota sulla criminalità. Molti studi statunitensi confermano che il verde urbano funge da deterrente contro la microcriminalità, migliorando la vita e la sicurezza del nostro habitat. Insomma, non sarà certo la soluzione a tutti i problemi di degrado, ma un piccolo grande aiuto per iniziare.

Verde urbano come soluzione al caldo eccessivo

Come accennato, il verde urbano aiuta a meglio fronteggiare la calura estiva. Non si tratta di una considerazione personale, ma di un fatto provato scientificamente. Le superfici naturali riducono infatti il calore che arriva dalle pavimentazioni urbane, dal terreno nudo o da materiali sintetici. E lo fa attraverso la vegetazione, capace di controllare il microclima portando a notevoli miglioramenti globali.

Qualche numero?

  • In una calda giornata estiva, un ettaro di tappeto erboso rilascia sino a 20.000 litri d’acqua nell’atmosfera;
  • Tra gli spazi verdi e gli ambienti limitrofi costruiti si registrano differenze di temperature che oscillano da 2 a 4°C.

(fonte: Spazi Verdi da Vivere – Regione Veneto, Azienda ULSS 20, Università Iuav di Venezia).

Quale verde urbano?

Cosa possiamo considerare come verde urbano? Quali spazi sono in grado di darci i benefici sopra descritti? Ecco un breve elenco:

  • Giardini storici;
  • Parchi urbani;
  • Spazi verdi di quartiere;
  • Viali alberati;
  • Aiuole, rotonde e verde stradale;
  • Campi sportivi;
  • Verde privato e residenziale.

Ogni area di verde è per noi una vera boccata d’aria, piccola o grande che sia. Non dimentichiamolo mai!

54321
(0 votes. Average 0 of 5)