Dai veleni alla rigenerazione: rigenerare siti post-industriali. Una sfida per l'architettura del paesaggio contemporanea

By in
183
Dai veleni alla rigenerazione: rigenerare siti post-industriali. Una sfida per l'architettura del paesaggio contemporanea

SABATO 6 APRILE DALLE ORE 10:00 ALLE 13:00

L’architettura del paesaggio contemporaneo ha avuto uno sviluppo sorprendente rispetto ad attività progettuali più consolidate come l’architettura e l’ingegneria e il suo ruolo nella rigenerazione dei siti post-industriali si afferma negli ultimi vent’anni a livello internazionale. Il progressivo riconoscimento del suo ruolo sociale è stato determinato dall’attenzione ai luoghi della vita quotidiana e al loro miglioramento, sempre più orientata ad applicare principi di sostenibilità nelle soluzioni progettuali. Quest’impostazione assume un particolare valore nei paesaggi degradati, da considerare, secondo la Convenzione Europea del Paesaggio, con uno sguardo nuovo e rigenerare in modo che conservazione e innovazione siano fortemente integrate, e realizzando obiettivi di qualità paesaggisti rispondenti ai bisogni attuali. Tra gli obiettivi dell’architettura del paesaggio sostenibile: il controllo dei processi di corrivazione e riduzione del consumo di acqua, la conservazione e la rigenerazione dei suoli, il miglioramento della biodiversità e degli habitat nei contesti urbanizzati, la mitigazione degli effetti del cambiamento climatico, l’uso di energie rinnovabili e di acque grigie per l’irrigazione, la riduzione della produzione di scarti e di rifiuti.

Francesca Mazzino

Professore associato di architettura del paesaggio, Dipartimento di architettura e Desig-DAD, Scuola Politecnica, Università di Genova


Patrocinato da:

Rivista Internazionale Paysage Topscape

ERSAF –Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste

Dove : SALA CONFERENZE

Target : PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI, OPERATORI DEL SETTORE (costruttori di giardini, fioristi…), PROFESSIONISTI DEL SETTORE (architetti, progettisti, agronomi…), PUBBLICO GENERICO

54321
(0 votes. Average 0 of 5)